Prevenzione dell'osteoporosi sul trampolino ultraelastico bellicon®

Dr. Joachim Schulz 21.03.2006

Nell’ambito dello studio è stato dimostrato quali sono gli effetti del rimbalzo regolare sul trampolino ultraelastico bellicon® sulla densità ossea e sulle conseguenze dell’osteoporosi, quali il rischio di fratture, prendendo in analisi soggetti esposti al rischio di sviluppare questa patologia. Sono stati inoltre analizzati gli effetti sulle capacità cardiorespiratoria.

Allo studio hanno partecipato uomini e donne di età compresa tra i 55 e i 75 anni nei quali era stata individuata una diminuzione della densità ossea. L’assunzione di farmaci che influiscono sul metabolismo osseo come i bisfosfonati, è stata interrotta prima dell’inizio dello studio, mentre sono stati mantenuti i preparati a base di calcio e la vitamina C.  

Molleggiando regolarmente sul bellicon® si ferma il deterioramento osseo 

Attraverso la TAC, è stata rilevata la densità ossea nella zona delle vertebre lombari e del collo del femore. La misurazione ha avuto luogo prima dell’inizio e dopo la fine dello studio. Sono poi stati comparati i valori. La capacità cardiorespiratoria è stata accertata all’inizio e alla fine dello studio sulla base dell’ergometria. Dati relativi al senso dell’equilibrio dei partecipanti al test sono stati raccolti attraverso rilevamenti di base (FNV, Unterberger) nonché questionari. I reperti generali così come la percezione del dolore sono stati valutati tramite questionari e anamnesi.

Metodo: a ogni partecipante è stato consegnato un trampolino ad alta elasticità (prodotto: „bellicon“, bellicon Deutschland GmbH). Dopo una breve introduzione, a ognuno è stato dato il compito di molleggiare sul trampolino 3 volte al giorno per 10 minuti e di documentare l'allenamento. All’inizio, i trampolini sono stati dotati di barre di stabilizzazione che, dopo soli pochi giorni, sono diventate superflue. Lo studio ha avuto una durata di 12 settimane. 

Panoramica sui risultati dello studio:

  • Nonostante singoli partecipanti avessero smesso di assumere i farmaci contenenti bisfosfati, la densità ossea a conclusione dello studio non è diminuita. 
  • L’equilibrio è palesemente migliorato in tutti i partecipanti. 
  • La capacità di prestazione corporea è altrettanto chiaramente migliorata (in conformità con il livello di forma fisica all’inizio dello studio).  
  • I sintomi dolorosi artrogeni e vertebrali, quando presenti, si sono ridotti.


Le osservazioni individuali hanno completato il quadro di effetti positivi  dervanti dall’esercizio sul trampolino. In un caso è stata interrotta l’incontinenza da urgenza. In un altro caso si è rafforzata l’inserzione del legamento collaterale di un ginocchio. In numerosi partecipanti è diminuita la tendenza a sviluppare linfedemi nella parte inferiore del femore e anche nelle mani.  

Conclusioni:

Il molleggio sul trampolino ultraelastico è adatto a prevenire la diminuzione della densità ossea. Anche le conseguenze dell’osteoporosi, come le fratture frequenti, possono essere prevenute attraverso il miglioramento dell’equilibrio  e la minore tendenza a cadere. Gli esercizi sul trampolino comportano la riduzione del dolore e il rafforzamento del sistema cardiorespiratorio. È raccomandabile un’introduzione alla medicina balneare, in particolare alla profilassi dell’osteoporosi.  


Dr. Joachim Schulz, Bad Malente
Medico generico
Naturopatia
Presidente della società medica per la medicina preventiva e la naturopatia classica -  Ärztegesellschaft für Präventionsmedizin und klassische Naturheilverfahren – Kneipp-Ärzte-Bund

Condividi il contenuto